LA CORTE SUPREMA

Al vertice  della giurisdizione, assicura l'esatta osservanza e l'uniforme interpretazione della legge.
In ambito penale, la Corte di Cassazione controlla la congruità logico-giuridica della motivazione che ha portato
alla misura cautelare coercitiva della libertà, come riguardo alla mancata risposta a specifica lamentela
fatta valere davanti il Tribunale del Riesame.
É previsto il ricorso per saltum, ricorrendo direttamente in Cassazione avverso la misura coercitiva,
deducendo la mancanza assoluta di motivazione o la motivazione apparente.

 

 

  • E' consentito parcheggiare nel cortile condominiale. Open or Close

    (Pubblicato il 3.4.2017) Tribunale di Roma civile sez. V sentenza n. 1174/2017.

    "L'auto è liberamente parcheggiabile in cortile, ma lontano dalle finestre del condomino, non può essere impedito il parcheggio nella parte comune dello stabile, utilizzato in tal modo da oltre vent'anni, nonostante le lamentele del proprietario esclusivo dell'immobile sito al piano terra".

  • Caduta ascensore: paga l'intero condominio. Open or Close

    (Pubblicato il 3.3.2017) Cassazione civile sez. II sentenza n. 44636/2017

     "È il condomino a essere responsabile per le lesioni gravissime occorse alla bambina caduta nel vano ascensore. Dell’incidente rispondono tutti i condomini, anche quelli che abitano in scale diverse da quelle in cui è collegato l’ascensore e che dispongono di impianto autonomo, stante il mancato adeguamento alla disciplina regolamentare"

  • Condominio: maggioranza necessaria per i lavori straordinari. Open or Close

    (Pubblicato il 24.2.2017) Cassazione civile sez. II sentenza n. 1653/2017

    "Per l’approvazione delle opere straordinarie di rilevante entità da parte dell’assemblea condominiale è necessaria la maggioranza di almeno  500/1000 di proprietà".

  • Condominio: stalking tra vicini. Open or Close

    (Pubblicato il 18.1.2017) Cassazione sentenza n. 26878/2016

    La Suprema Corte di Cassazione ha stabilito che lo stalking tra vicini è configurabile quando gli atti persecutori in un condominio giungono al punto di esasperare la vittima, costringendola ad assumere tranquillanti ed assentarsi dal luogo di lavoro creando un perdurante stato d'ansia. Le dichiarazioni della sola persona offesa sono idonee a fondare la fattisèpecie di reato se dotate di credibilità e prive di intenti calunniatori.

  • Ufficio Centrale per il Referendum- esclusione impugnabilità ordinanza Open or Close

    (Pubblicato il 30.11.2016)

    Cassazione Sezioni Unite - Sentenza n. 24102 del 28.11.2016

    Le Sezioni Unite della Corte di Cassazione hanno affermato che l'ordinanza emessa dall'Ufficio Centrale per il Referendum (nella fattispecie in relazione all'art. 138 Cost.) non avendo sostanziale natura di atti di giurisdizione, non è suscettibile d'impugnazione giurisdizionale, men che mai dinanzi alla Corte di Cassazione di cui quello stesso Ufficio ... costituisce un'articolazione interna"

  • Azione proposta dal singolo consumatore, intervento delle associazioni dei consumatori Open or Close

    (Pubblicato il 25.11.2016)

    Corte di Cassazione Sezioni Unite Sentenza n. 23304 del 16.11.2016

    "Se in forza dell'art. 3 l.281 del 1998 le associazioni iscritte possono agire per la tutela collettiva degli stessi diritti (dichiarati fondamntali) riconosciuti ai consumatori, a maggior ragione possono intervenire nel giudizio promosso dal singolo consumatore".

  • Chiarezza e sinteticità espositiva Open or Close

    (Pubblicato il 21.11.2016)

    Sentenza della Corte di Cassazione sezione II Civile n. 21297 del 20.10.2016

    Il rispetto del dovere di chiarezza e sinteticità espositiva negli atti processuali costituisce principio generale del diritto processuale, la cui inosservanza, pur non direttamente sanzionata, rischia di pregiudicare l'intelligibilità delle questioni sottoposte all'esame delle Corte, pena la declaratoria di inammissibilità se in violazione dell'art. 366 c.p.c. n. 3 e 4.

  • Legittimo esercizio della concorrenza Open or Close

    (Pubblicato 8.11.2016) Cassazione civile I sezione 31.10.2016 n. 22042

    Con la decisione in epigrafe la Cassazione ha stabilito che la diffusione di informazioni che arrecano discredito all'azienda dell'impresa concorrente rientra nel legittimo esercizio del diritto di critica e non costituisce atto di concorrenza sleale per denigrazione quando tali informazioni siano veritiere e non costituiscano l'occasione per formulare vere e proprie offese ed invettive nei confronti del concorrente.

  • Risarcimento danni e valutazione equitativa ex art. 1226 c.c Open or Close

    (Pubblicato 21.10.2016) Cassazione Civile n. 2167 del 4.2.2016

    Con la sentenza in oggetto la Corte di Cassazione ha confermato il proprio orientamento secondo il quale per il risarcimento del danno a seguito di sinistro stradale si devono applicare le tabelle di Milano vigenti al momento della conclusione del procedimento, mentre la facoltà del Giudice di discostarsene deve essere seguita da una congrua motivazione.  

  • Danno da cattiva manutenzione di strade: necessario il nesso causale Open or Close

    (Pubblicato il 6.10.2016) Cassazione Civile, sez. VI-3, ordinanza 05/09/2016 n° 17625.

    La Suprema Corte di Cassazione, con L'ordinanza di cui sopra, ribadisce il consolidato orientamento secondo il quale si precisa  che "ove il nesso causale sia già dimostrato, non è necessario fornire la prova della pericolosità della cosa. Quest’ultimo elemento è un utile indizio, che consente di risalire, tramite una presunzione ex art. 2727 c.c., alla prova del nesso di causa, ma ove quest’ultimo sia aliunde positivamente accertato, non è più necessario stabilire se la cosa fosse pericolosa o meno".

  • L'autenticità del testamento olografo si verifica con domanda di accertamento negativo Open or Close

    (Pubblicato l'1/9/2016) Corte di Cassazione Sez. II, 4 febbraio 2016, n. 2239.

    La Suprema Corte di Cassazione ha riconfermato il consolidato orientamento delle Sezioni Unite con sentenza 15.06.2015, n.12307, nella quale si ribadisce che per impugnare il testamento olografo lo strumento processuale idoneo a verificare l'autenticità di tale documento è la domanda di accertamento negativo con realtivo onere della prova. 

  • L'assicurazione non paga in caso di furto se non si consegnano le doppie chiavi Open or Close

    (Pubblicato il 18/7/2016) Corte di Cassazione Sezione III Civile n.14422/2016 

    La Suprema Corte di Cassazione ha stabilito che in caso di furto d'auto l'assicurazione non è tenuta al pagamento dell'indennizzo assicurativo se il prorpietario non consegna le doppie chiavi, nel caso in cui questo era un elemento previsto espressamente dal contratto di polizza. 

  • Il licenziamento delle dipendete che si assenta per sottoporsi all'inseminazione artificiale è nullo. Open or Close

    (Pubblicato il 30/5/2016) Corte di Cassazione Sezione Lavoro Sentenza n. 6575/2016

    La Suprema Corte di Cassazione evidenzia che il licenziamento è nullo nel caso in cui la dipendente informa il datore di lavoro che dovrà recarsi all'estero per sottoporsi a un programma di inseminazione artificiale.

    La Suprema Corte ha evidenziato che il licenzimamento è discriminatorio per ragioni di genere in quanto il datore di lavoro ha adottato un atto la cui ragione esclusiva è determinata dall'intenzione manifestata dalla dipendente e ha sottolineato la corretta applicazione del principio di non discriminizione confermato nella direttiva europea 76/207 (sulla parità di trattamento di uomini e donne art.2 -2 sulla discriminazione indiretta) in relazione ai trattamenti sanitari.

     

  • Risarcimento negato a chi cade dal motorino non omologato. Open or Close

    (Pubblicato il 27/4/2016) Corte di Cassazione III Sezione Civile n. 8049/2016.

    La Suprema Corte di Cassazione afferma che in caso di sinistro provocato dall'apertura dello sportello di un veicolo parcheggiato, il passeggerio trasportato su un ciclomotore non omologato al trasporto passeggeri, non ha il diritto ad un risarcimento totale in quanto vi è una responsabilità concorrente tra il passeggero del ciclomotore e il prorpietario del veicolo coinvolto nell'incidente. 

Copyright © 2016 Tutti i diritti riservati - P.Iva: 07692840015
Utilizziamo i cookie per assicurarti una migliore esperienza nel nostro sito. Questo sito utilizza i cookies, anche di terze parti, solo per scopi statistici.
Per informazioni sui cookies, clicca qui. Continuando a navigare su questo sito accetti il loro impiego. OK